L'infermo di mente può appellare la sentenza di assoluzione pronunciata nel rito abbreviato