Il "processo primario" e la ricerca empirica: una nota sul modello di Wilma Bucci per lo studio della psicoterapia