Sui limiti del concetto di folklore musicale: la musica per i Gigli di Nola