Barbari, Romani e Greci. Versatilità di un motivo polemico nelle Storie di Polibio