Al posto del nome: funzionalità letteraria dell'elemento onomastico nel 'Beowulf'