Lo hegelismo a Napoli. Considerazioni su Silvio Spaventa