Dubbio di sé e prossimità come principi del dialogo interreligioso oggi