Le stesse cose ritornano. Considerazioni sulla "Clizia"