Petrarchismo, editoria, musica: la «raccolta di diversi» e le edizioni collettive di madrigali