DUE PRESIDENTI, DUE BANCHIERI CENTRALI, DUE CRISI