Confucio, i libertini e il buon uso dell'apologetica