Angelo Ermanno Cammarata e Giuseppe Capograssi di fronte al formalismo