"Se si legga ancora la Divina Commedia". Dante da Croce a Contini