Nel settare l’agenda degli attuali discorsi sociologici in ambito mediale e tecno-sociale, preponderante è il ruolo assunto, negli ultimi anni, dai sistemi di Intelligenza Artificiale (AI) che, prima ancora delle più recenti e accessibili manifestazioni in termini audiovisivi e creativi del loro potenziale, avevano già iniziato a interessare sfere transdisciplinari di accademici orientati a coglierne le più disparate sfumature epistemologiche e le relative implicazioni socioculturali. Il focus della ricerca tutt’ora in fieri concerne proprio l’analisi dell’impatto socioculturale dei sistemi di AI generativa (come Midjourney, DALL-E 2) e delle relative impalcature algoritmiche di machine learning nell’attuale dibattito portato avanti dai più disparati digital artist e content creator che hanno iniziato ad avvalersi (o meno) di tali meccanismi di riproduzione tecno-sociale (Airoldi 2022) come estensione funzionale al relativo processo (co)creativo. Gli ambienti digitali in cui si intende indagare e osservare le polarità del dibattito che interessa i punti di vista e output creativi di artisti digitali che hanno adottato l’AI generativa consistono in alcune delle più attive online communities che trattano di tematiche relative l’automazione dei processi creativi e che è possibile ritrovare in piattaforme come Reddit: si può parlare in proposito di contesti comunitari, vere e proprie social mediated communities of practice (Ng, Lin 2022). Attraverso questa osservazione (più o meno partecipante) vi è l’intenzione di provare a leggere le interazioni e relazioni dinamiche che attraversano tali contesti comunitari secondo un approccio figurazionale nella suggestiva accezione di ispirazione eliasiana fornita da Hepp (2019) e ulteriormente accreditata da più recenti letture ecologiche (Ciofalo, Pedroni 2022) per saggiare, partendo dalle testimonianze rilevabili nelle conversazioni e nei contenuti condivisi dagli utenti di queste community, la rilevanza assunta dalle forme di automazione creative e la loro influenza sulle pratiche mediali (Couldry 2015) e artistiche degli utenti coinvolti, reintegrabili nell’atmosfera teorica di un’effettiva generative mediatization (Shilina, Wirth 2021). La traiettoria metodologica (anch’essa in piena gestazione) sarà orientata all’adozione di un approccio etnografico digitale e netnografico già sperimentato in ricerche vicine a quella in questione (Buraga, 2022).

The Prompt Artist. A digital ethnographic analysis of new Generative AI artists' figurations in Discord and Reddit communities / Balducci, Michele. - (2023). (Intervento presentato al convegno Screen Cultures Reloaded. I media studies in Italia: prospettive teoriche, metodi e ricerche tenutosi a Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano).

The Prompt Artist. A digital ethnographic analysis of new Generative AI artists' figurations in Discord and Reddit communities

Michele Balducci
2023

Abstract

Nel settare l’agenda degli attuali discorsi sociologici in ambito mediale e tecno-sociale, preponderante è il ruolo assunto, negli ultimi anni, dai sistemi di Intelligenza Artificiale (AI) che, prima ancora delle più recenti e accessibili manifestazioni in termini audiovisivi e creativi del loro potenziale, avevano già iniziato a interessare sfere transdisciplinari di accademici orientati a coglierne le più disparate sfumature epistemologiche e le relative implicazioni socioculturali. Il focus della ricerca tutt’ora in fieri concerne proprio l’analisi dell’impatto socioculturale dei sistemi di AI generativa (come Midjourney, DALL-E 2) e delle relative impalcature algoritmiche di machine learning nell’attuale dibattito portato avanti dai più disparati digital artist e content creator che hanno iniziato ad avvalersi (o meno) di tali meccanismi di riproduzione tecno-sociale (Airoldi 2022) come estensione funzionale al relativo processo (co)creativo. Gli ambienti digitali in cui si intende indagare e osservare le polarità del dibattito che interessa i punti di vista e output creativi di artisti digitali che hanno adottato l’AI generativa consistono in alcune delle più attive online communities che trattano di tematiche relative l’automazione dei processi creativi e che è possibile ritrovare in piattaforme come Reddit: si può parlare in proposito di contesti comunitari, vere e proprie social mediated communities of practice (Ng, Lin 2022). Attraverso questa osservazione (più o meno partecipante) vi è l’intenzione di provare a leggere le interazioni e relazioni dinamiche che attraversano tali contesti comunitari secondo un approccio figurazionale nella suggestiva accezione di ispirazione eliasiana fornita da Hepp (2019) e ulteriormente accreditata da più recenti letture ecologiche (Ciofalo, Pedroni 2022) per saggiare, partendo dalle testimonianze rilevabili nelle conversazioni e nei contenuti condivisi dagli utenti di queste community, la rilevanza assunta dalle forme di automazione creative e la loro influenza sulle pratiche mediali (Couldry 2015) e artistiche degli utenti coinvolti, reintegrabili nell’atmosfera teorica di un’effettiva generative mediatization (Shilina, Wirth 2021). La traiettoria metodologica (anch’essa in piena gestazione) sarà orientata all’adozione di un approccio etnografico digitale e netnografico già sperimentato in ricerche vicine a quella in questione (Buraga, 2022).
2023
Screen Cultures Reloaded. I media studies in Italia: prospettive teoriche, metodi e ricerche
04 Pubblicazione in atti di convegno::04d Abstract in atti di convegno
The Prompt Artist. A digital ethnographic analysis of new Generative AI artists' figurations in Discord and Reddit communities / Balducci, Michele. - (2023). (Intervento presentato al convegno Screen Cultures Reloaded. I media studies in Italia: prospettive teoriche, metodi e ricerche tenutosi a Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano).
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1688531
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact