This paper explains the reasons why there is an additional element to be ascertained between conduct and event in the analysis of a crime, and especially in the statute of criminal guarantees, which has a general character, i.e. the risk relationship. Causality itself and liability have fundamentally changed compared to the previous ex-ante perspective, which became part of the system with the principle that requires at least negligence, to which a requirement of ex-post verification of the actualization of the typical risk is now added. This element of objective risk, which emerges in a considerable number of practical cases, concerns, first of all, the typical offence, but it also extends to any justification, and is indicative of an objective disvalue, hence of an offense, between action and event that is found in terms of conduct, causation, attribution of the event, relationship between infringement of precautionary measures, omissive conducts and outcome, between specific intent or malicious modalities that are typical or predicate in many crimes (economic crimes, offenses against health and public safety etc.), also aggravated by the event, and the consummative offence

Lo scritto illustra perché esiste nell’analisi del reato, ma soprattutto nello statuto delle garanzie penali, un elemento in più da accertare tra condotta ed evento, che ha carattere generale: il nesso di rischio. La stessa causalità e il fatto proprio sono oggi mutati basicamente dalla prospettiva ex ante, che è entrata nel sistema con il principio che richiede almeno la colpa e che vede aggiunto un requisito di verifica ex post della realizzazione del rischio tipico. Tale elemento di rischio oggettivo, che emerge in un consistente numero di casi pratici, riguarda innanzi tutto il fatto tipico, ma si estende pure alle scriminanti, ed esprime un rapporto di disvalore oggettivo, e quindi di offesa, tra azione ed evento che si riscontra in tema di condotta, causalità, imputazione dell’evento, rapporto tra violazioni cautelari, condotte omissive e risultato, tra dolo specifico o modalità dolose tipizzate o presupposte in molti delitti (reati economici, contro la salute e l’incolumità pubblica etc.), anche aggravati dall’evento, e offesa consumativa.

Nesso di rischio. Il disvalore di azione-evento

Massimo Donini
Primo
Writing – Original Draft Preparation
2022

Abstract

Lo scritto illustra perché esiste nell’analisi del reato, ma soprattutto nello statuto delle garanzie penali, un elemento in più da accertare tra condotta ed evento, che ha carattere generale: il nesso di rischio. La stessa causalità e il fatto proprio sono oggi mutati basicamente dalla prospettiva ex ante, che è entrata nel sistema con il principio che richiede almeno la colpa e che vede aggiunto un requisito di verifica ex post della realizzazione del rischio tipico. Tale elemento di rischio oggettivo, che emerge in un consistente numero di casi pratici, riguarda innanzi tutto il fatto tipico, ma si estende pure alle scriminanti, ed esprime un rapporto di disvalore oggettivo, e quindi di offesa, tra azione ed evento che si riscontra in tema di condotta, causalità, imputazione dell’evento, rapporto tra violazioni cautelari, condotte omissive e risultato, tra dolo specifico o modalità dolose tipizzate o presupposte in molti delitti (reati economici, contro la salute e l’incolumità pubblica etc.), anche aggravati dall’evento, e offesa consumativa.
This paper explains the reasons why there is an additional element to be ascertained between conduct and event in the analysis of a crime, and especially in the statute of criminal guarantees, which has a general character, i.e. the risk relationship. Causality itself and liability have fundamentally changed compared to the previous ex-ante perspective, which became part of the system with the principle that requires at least negligence, to which a requirement of ex-post verification of the actualization of the typical risk is now added. This element of objective risk, which emerges in a considerable number of practical cases, concerns, first of all, the typical offence, but it also extends to any justification, and is indicative of an objective disvalue, hence of an offense, between action and event that is found in terms of conduct, causation, attribution of the event, relationship between infringement of precautionary measures, omissive conducts and outcome, between specific intent or malicious modalities that are typical or predicate in many crimes (economic crimes, offenses against health and public safety etc.), also aggravated by the event, and the consummative offence
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Donini_Nesso_2022.pdf

solo gestori archivio

Note: "frontespizio", "articolo principale"
Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 317.76 kB
Formato Adobe PDF
317.76 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1659835
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact