Nelle pagine seguenti vengono illustrate le tavole ricostruttive della città di Amatrice, in una forma storica che, per la fortunata assenza di catastrofi sismiche e belliche, salvo inserti episodici e localizzati, è perdurata dagli inizi fino alla inoltrata seconda metà del XIX secolo. La fase architettonica scelta non è la risultante della ricerca di una bellezza romantica, né di un folklore da presepio napoletano, ma è stata selezionata come un momento riconducibile alla sommatoria di esperienze di segno concorde, che erano arrivate a esprimere un aspetto urbano caratterizzato formalmente in maniera riconoscibile e inconfondibile, e in grado di sopportare e metabolizzare superfetazioni e aggiunte successive senza perdere la propria identità. Il borgo reatino si presentava allora con un’anima medievale e un aspetto rinascimentale, costellato da costruzioni modeste che non avevano la presunzione di sovrastare le emergenze architettoniche rappresentate da torri, campanili e chiese.

Amatrice agli inizi del Novecento. Il plastico ricostruttivo / Viscogliosi, Alessandro; Lucchetti, Simone; Catalani, Giulia; Mirandola, Antonio. - (2022), pp. 118-177.

Amatrice agli inizi del Novecento. Il plastico ricostruttivo

Alessandro Viscogliosi;Simone Lucchetti;Giulia Catalani;Antonio Mirandola
2022

Abstract

Nelle pagine seguenti vengono illustrate le tavole ricostruttive della città di Amatrice, in una forma storica che, per la fortunata assenza di catastrofi sismiche e belliche, salvo inserti episodici e localizzati, è perdurata dagli inizi fino alla inoltrata seconda metà del XIX secolo. La fase architettonica scelta non è la risultante della ricerca di una bellezza romantica, né di un folklore da presepio napoletano, ma è stata selezionata come un momento riconducibile alla sommatoria di esperienze di segno concorde, che erano arrivate a esprimere un aspetto urbano caratterizzato formalmente in maniera riconoscibile e inconfondibile, e in grado di sopportare e metabolizzare superfetazioni e aggiunte successive senza perdere la propria identità. Il borgo reatino si presentava allora con un’anima medievale e un aspetto rinascimentale, costellato da costruzioni modeste che non avevano la presunzione di sovrastare le emergenze architettoniche rappresentate da torri, campanili e chiese.
9788836640546
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Viscogliosi_Amatrice agli inizi del Novecento_2022.pdf

solo gestori archivio

Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 4.68 MB
Formato Adobe PDF
4.68 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1655600
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact