Introduction. Acute versus delayed Reverse Total Shoulder Arthroplasty (RTSA) in proximal humerus fractures can yield different outcomes. The aim of this prospective study is to compare results of a cementless short metaphyseal humeral implant in acute fracture versus fracture sequelae. Materials and methods. Patients were classified based upon timing of implant and followed up with clinical (Range Of Motion, Constant Score, Subjective Shoulder Value) and radiological evaluation. After data gathering, appropriate statistical analysis was performed. Results. 91 patients were enrolled and split in two groups: acute (36) vs sequelae (55). At final follow up, the acute group displayed statistically significant better ROM in forward flexion (115° vs 101°, p = 0.020). Adjusted Constant Score was also significantly higher in this group (81,7 vs 67,1, p = 0.045). Conclusion. Acute RTSA implant led to better results in our sample group.

Introduzione. Il timing dell’impianto (in acuto vs esiti) della protesi inversa su frattura della testa omerale può influenzarne i risultati. Questo studio prospettico paragona i risultati dell’utilizzo della protesi inversa ad appoggio metafisario non cementato nel trattamento in acuto a quelli del trattamento degli esiti di frattura. Materiali e metodi. I pazienti sono stati suddivisi in base al timing dell’impianto, seguiti con followup clinico-radiologico, e i risultati (articolarità, Constant Score e Subjective Shoulder Value) analizzati statisticamente al follow-up finale. Risultati. Sono stati arruolati 91 pazienti, 36 nel gruppo A (acuto), 55 nel gruppo B (esiti). Al followup finale, l’articolarità in flessione anteriore è risultata significativamente maggiore nel gruppo A (115° vs 101°, p = 0,020). L’Adjusted Constant Score è stato significativamente maggiore nel gruppo A (81,7 vs 67,1, p = 0,045). Conclusione. L’impianto della protesi in acuto ha dato risultati migliori nel campione preso in esame.

Studio prospettico sull’utilizzo della protesi inversa di spalla nel trattamento in acuto delle fratture complesse dell’omero prossimale vs trattamento degli esiti di frattura con design ad appoggio metafisario non cementato [Reverse Total Shoulder Arthroplasty (RTSA) for acute proximal humerus fractures versus fracture sequelae using a cementless short metaphyseal humeral implant: a prospective study]

Mattia Pugliese
;
Ciro Villani;
2022

Abstract

Introduzione. Il timing dell’impianto (in acuto vs esiti) della protesi inversa su frattura della testa omerale può influenzarne i risultati. Questo studio prospettico paragona i risultati dell’utilizzo della protesi inversa ad appoggio metafisario non cementato nel trattamento in acuto a quelli del trattamento degli esiti di frattura. Materiali e metodi. I pazienti sono stati suddivisi in base al timing dell’impianto, seguiti con followup clinico-radiologico, e i risultati (articolarità, Constant Score e Subjective Shoulder Value) analizzati statisticamente al follow-up finale. Risultati. Sono stati arruolati 91 pazienti, 36 nel gruppo A (acuto), 55 nel gruppo B (esiti). Al followup finale, l’articolarità in flessione anteriore è risultata significativamente maggiore nel gruppo A (115° vs 101°, p = 0,020). L’Adjusted Constant Score è stato significativamente maggiore nel gruppo A (81,7 vs 67,1, p = 0,045). Conclusione. L’impianto della protesi in acuto ha dato risultati migliori nel campione preso in esame.
Introduction. Acute versus delayed Reverse Total Shoulder Arthroplasty (RTSA) in proximal humerus fractures can yield different outcomes. The aim of this prospective study is to compare results of a cementless short metaphyseal humeral implant in acute fracture versus fracture sequelae. Materials and methods. Patients were classified based upon timing of implant and followed up with clinical (Range Of Motion, Constant Score, Subjective Shoulder Value) and radiological evaluation. After data gathering, appropriate statistical analysis was performed. Results. 91 patients were enrolled and split in two groups: acute (36) vs sequelae (55). At final follow up, the acute group displayed statistically significant better ROM in forward flexion (115° vs 101°, p = 0.020). Adjusted Constant Score was also significantly higher in this group (81,7 vs 67,1, p = 0.045). Conclusion. Acute RTSA implant led to better results in our sample group.
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Pugliese_Studio-prospettico_2022.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Creative commons
Dimensione 416.81 kB
Formato Adobe PDF
416.81 kB Adobe PDF Visualizza/Apri PDF

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11573/1654168
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact