Il saggio riferisce un percorso di ricerca e di azione con valenza pedagogico-didattica che si è posto il fine di rilevare elementi significativi per la messa a punto di documenti, processi e prassi che possano fornire chiavi interpretative e organizzative valide di contesti educativi per il sociale, volte ad attenuare la distanza generazionale e socio-culturale dovuta al digital divide. Il progetto che ha contrassegnato il percorso ha inteso – in maniera sistematica, a livello locale e di successivo coordinamento regionale – fare leva sia sulla diffusione delle tecnologie abilitanti in soggetti di età senile, sia sull'implementazione della potenzialità formativa intrinseca nella popolazione più giovane (nativa digitale). La definizione e la messa a punto del modello formativo sino ad ora applicato è funzionale con le modalità organizzative dell´Università nonché con il profilo formativo degli studenti del Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione (Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia). Laura Cerrocchi ha scritto Introduzione. Educare nell’/all’età senile, Fase 4 – Conversazione-discussione con funzione di monitoraggio e di revisione per studenti tutor e Conclusioni (per le pagg.personali 245-246 e 251-254); Enrico Giliberti ha scritto Fase 1 – Monitoraggio dell’esperienza pregressa e progettazione della “versione 1”, Fase 2 – Monitoraggio della “versione 1” e progettazione della “versione 2”, Fase 3 – Monitoraggio e revisione della “versione 2”(per le pagg. personali 248-251); Giusi Casasanta ha scritto Il ruolo della Facoltà di Scienze della Formazione nel percorso di ricerca-azione, Le esperienze pregresse e i modelli nella Regione Emilia Romagna, Le finalità e il disegno della ricerca, Bibliografia (per le pagg. personali 247-248 e 254-255); Alessandro Ramploud ha scritto Il knowledge divide e il digital divide (per le pagg. personali 247). Il saggio nella sua interezza propone i seguenti punti:Introduzione. Educare nell’/all’età senile, Il knowledge divide e il digital divide, Il ruolo della Facoltà di Scienze della Formazione nel percorso di ricerca-azione, Le finalità e il disegno della ricerca,Fase 1 – Monitoraggio dell’esperienza pregressa e progettazione della “versione 1”, Fase 2 – Monitoraggio della “versione 1” e progettazione della “versione 2”, Fase 3 – Monitoraggio e revisione della “versione 2”, Fase 4 – Conversazione-discussione con funzione di monitoraggio e di revisione per studenti tutor,Conclusioni, Bibliografia

Nonno Bit: anziani e computer. Processi e pratiche di alfabetizzazione e di socializzazione nella città educativa

CERROCCHI, Laura;
2011

Abstract

Il saggio riferisce un percorso di ricerca e di azione con valenza pedagogico-didattica che si è posto il fine di rilevare elementi significativi per la messa a punto di documenti, processi e prassi che possano fornire chiavi interpretative e organizzative valide di contesti educativi per il sociale, volte ad attenuare la distanza generazionale e socio-culturale dovuta al digital divide. Il progetto che ha contrassegnato il percorso ha inteso – in maniera sistematica, a livello locale e di successivo coordinamento regionale – fare leva sia sulla diffusione delle tecnologie abilitanti in soggetti di età senile, sia sull'implementazione della potenzialità formativa intrinseca nella popolazione più giovane (nativa digitale). La definizione e la messa a punto del modello formativo sino ad ora applicato è funzionale con le modalità organizzative dell´Università nonché con il profilo formativo degli studenti del Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione (Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia). Laura Cerrocchi ha scritto Introduzione. Educare nell’/all’età senile, Fase 4 – Conversazione-discussione con funzione di monitoraggio e di revisione per studenti tutor e Conclusioni (per le pagg.personali 245-246 e 251-254); Enrico Giliberti ha scritto Fase 1 – Monitoraggio dell’esperienza pregressa e progettazione della “versione 1”, Fase 2 – Monitoraggio della “versione 1” e progettazione della “versione 2”, Fase 3 – Monitoraggio e revisione della “versione 2”(per le pagg. personali 248-251); Giusi Casasanta ha scritto Il ruolo della Facoltà di Scienze della Formazione nel percorso di ricerca-azione, Le esperienze pregresse e i modelli nella Regione Emilia Romagna, Le finalità e il disegno della ricerca, Bibliografia (per le pagg. personali 247-248 e 254-255); Alessandro Ramploud ha scritto Il knowledge divide e il digital divide (per le pagg. personali 247). Il saggio nella sua interezza propone i seguenti punti:Introduzione. Educare nell’/all’età senile, Il knowledge divide e il digital divide, Il ruolo della Facoltà di Scienze della Formazione nel percorso di ricerca-azione, Le finalità e il disegno della ricerca,Fase 1 – Monitoraggio dell’esperienza pregressa e progettazione della “versione 1”, Fase 2 – Monitoraggio della “versione 1” e progettazione della “versione 2”, Fase 3 – Monitoraggio e revisione della “versione 2”, Fase 4 – Conversazione-discussione con funzione di monitoraggio e di revisione per studenti tutor,Conclusioni, Bibliografia
9788895994765
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1653579
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact