La rivoluzione francese ha plasmato la modernità e offre ancora oggi modelli validi di comparazione. Fra l’altro, ha cambiato il modo d’essere della “spia”, i suoi interpreti tradizionali e la percezione di sé e del proprio mestiere. L’ambasciatore – a cui lo Stato moderno aveva delegato la funzione di osservatore – a contatto con l’ideologia rivoluzionaria diviene garante dell’ordine sociale. I suoi rapporti riservati divengono uno strumento prezioso d’intelligence attraverso cui lo Stato si tutela.

L'agente in ambasciata. Dinamiche spionistiche fra antico regime e rivoluzione

alessandro guerra
2022

Abstract

La rivoluzione francese ha plasmato la modernità e offre ancora oggi modelli validi di comparazione. Fra l’altro, ha cambiato il modo d’essere della “spia”, i suoi interpreti tradizionali e la percezione di sé e del proprio mestiere. L’ambasciatore – a cui lo Stato moderno aveva delegato la funzione di osservatore – a contatto con l’ideologia rivoluzionaria diviene garante dell’ordine sociale. I suoi rapporti riservati divengono uno strumento prezioso d’intelligence attraverso cui lo Stato si tutela.
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Guerra_Agente-in-ambasciata_2022.pdf

accesso aperto

Note: articolo principale
Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 1.78 MB
Formato Adobe PDF
1.78 MB Adobe PDF Visualizza/Apri PDF

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11573/1651732
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact