L’ambiente costruito ed i suoi utenti sono costantemente sottoposti a una molteplicità di condizioni di rischio sia ad insorgenza rapida, come terremoti e attacchi terroristici, sia ad insorgenza lenta, come quelli legati ai cambiamenti climatici e all’inquinamento ambientale. I centri storici rappresentano contesti sensibili per caratteristiche morfologiche, costruttive e di fruizione da parte degli utenti. In particolare, gli spazi aperti (come strade e piazze) sono gli elementi di maggior criticità nell’emergenza, sia per il loro uso continuo da parte della popolazione, considerando eventi ad insorgenza lenta, sia per il loro ruolo nelle fasi di risposta al disastro, considerando eventi ad insorgenza rapida. Comprendere quali scenari caratterizzano gli spazi aperti da un punto di vista olistico rappresenta il primo passo per valutarne la sicurezza in ottica multi-rischio e quindi proporre strategie di mitigazione efficaci in più situazioni critiche. Il presente lavoro offre una scheda di indagine dello spazio aperto all’interno dell’ambiente costruito, finalizzato alla creazione di scenari multi-rischio per gli spazi pubblici all’aperto dei centri urbani. L’obiettivo della scheda è quello di rappresentare il sistema di relazioni tra gli elementi di frontiera e quelli contenuti negli spazi aperti, concentrandosi sugli aspetti di caratterizzazione morfologica, costruttiva e di esposizione grazie ad un’analisi critica dello stato dell’arte. Il lavoro si sviluppa per un’applicazione speditiva anche da parte di tecnici con limitato livello di specializzazione. La scheda si articola in cinque sezioni: morfologica, geometrica, costruttiva, d’uso, di pericolosità tramite la caratterizzazione del contesto. L’applicazione a otto casi studio concorre alla validazione della scheda, mostrando come essa riesca a tracciare il livello di complessità e le caratteristiche principali dello scenario analizzato. Collocato nel contesto del Progetto di Rilevante Interesse Nazionale (PRIN) BE S2ECURe, la scheda rappresenta un primo passo per supportare progettisti e amministrazioni locali nella valutazione del rischio dell’ambiente costruito urbano.

Verso una valutazione multi-rischio per la sicurezza dell’ambiente costruito e dei suoi utenti. Una scheda per la definizione di scenari negli spazi aperti urbani / D’Amico, Alessandro; Russo, Martina; Bernabei, L.; Angelosanti, M.; Cantatore, E.; Bernardini, G.; Fatiguso, F.; Salvalai, G.; Mochi, G.; Quagliarini, E.; Currà, Edoardo. - (2021), pp. 1508-1525. ((Intervento presentato al convegno Progetto e Costruzione Tradizione ed innovazione nella pratica dell’architettura. Colloqui..AT..e 2021 tenutosi a Salerno.

Verso una valutazione multi-rischio per la sicurezza dell’ambiente costruito e dei suoi utenti. Una scheda per la definizione di scenari negli spazi aperti urbani

D’Amico Alessandro
Primo
;
Russo Martina
Secondo
;
M. Angelosanti
Formal Analysis
;
Currà Edoardo
Ultimo
2021

Abstract

L’ambiente costruito ed i suoi utenti sono costantemente sottoposti a una molteplicità di condizioni di rischio sia ad insorgenza rapida, come terremoti e attacchi terroristici, sia ad insorgenza lenta, come quelli legati ai cambiamenti climatici e all’inquinamento ambientale. I centri storici rappresentano contesti sensibili per caratteristiche morfologiche, costruttive e di fruizione da parte degli utenti. In particolare, gli spazi aperti (come strade e piazze) sono gli elementi di maggior criticità nell’emergenza, sia per il loro uso continuo da parte della popolazione, considerando eventi ad insorgenza lenta, sia per il loro ruolo nelle fasi di risposta al disastro, considerando eventi ad insorgenza rapida. Comprendere quali scenari caratterizzano gli spazi aperti da un punto di vista olistico rappresenta il primo passo per valutarne la sicurezza in ottica multi-rischio e quindi proporre strategie di mitigazione efficaci in più situazioni critiche. Il presente lavoro offre una scheda di indagine dello spazio aperto all’interno dell’ambiente costruito, finalizzato alla creazione di scenari multi-rischio per gli spazi pubblici all’aperto dei centri urbani. L’obiettivo della scheda è quello di rappresentare il sistema di relazioni tra gli elementi di frontiera e quelli contenuti negli spazi aperti, concentrandosi sugli aspetti di caratterizzazione morfologica, costruttiva e di esposizione grazie ad un’analisi critica dello stato dell’arte. Il lavoro si sviluppa per un’applicazione speditiva anche da parte di tecnici con limitato livello di specializzazione. La scheda si articola in cinque sezioni: morfologica, geometrica, costruttiva, d’uso, di pericolosità tramite la caratterizzazione del contesto. L’applicazione a otto casi studio concorre alla validazione della scheda, mostrando come essa riesca a tracciare il livello di complessità e le caratteristiche principali dello scenario analizzato. Collocato nel contesto del Progetto di Rilevante Interesse Nazionale (PRIN) BE S2ECURe, la scheda rappresenta un primo passo per supportare progettisti e amministrazioni locali nella valutazione del rischio dell’ambiente costruito urbano.
978-88-96386-62-0
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
DAmico_Verso-valutazione-multi_2021.pdf

solo gestori archivio

Note: https://artecweb.org/2021/it/
Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 1.46 MB
Formato Adobe PDF
1.46 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11573/1569465
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact