The essay aims to analyse the experience of transnational travels made by representatives of Udi to international congresses and meetings, from the aftermath of WWII to the first half of the 1950s. Mainly basing on reports of travel, notes, diaries and press articles, the paper highlights the various individual and collective experiences which enrich women’s mobility. Against the backdrop of the Cold War, the contribute examines delegates’ reports of travel published by Noi Donne, identifying on the use of a specific writing the propaganda purpose of a political mobility.

Il saggio analizza l’esperienza dell’altrove nei viaggi transnazionali compiuti dalle rappresentanti dell’Udi in occasione di congressi ed incontri internazionali, dal secondo dopoguerra ai primi anni cinquanta. Basandosi principalmente sui resoconti di viaggio, trasmessi dalle delegate attraverso taccuini, diari ed articoli a stampa, l’Autrice mette in luce le sfaccettate esperienze individuali e collettive che arricchiscono la mobilità femminile. Sullo sfondo della Guerra fredda, vengono analizzati i report e le note di viaggio pubblicate da Noi Donne, cogliendo nel ricorso ad una specifica narrazione le intenzioni propagandistiche di una mobilità dai contorni politici.

Delegate in viaggio: l’Udi oltre i confini / Cioci, Giulia. - In: STORIA E PROBLEMI CONTEMPORANEI. - ISSN 1826-7203. - :82(2019), pp. 37-58. [10.3280/SPC2019-082003]

Delegate in viaggio: l’Udi oltre i confini

Giulia Cioci
2019

Abstract

Il saggio analizza l’esperienza dell’altrove nei viaggi transnazionali compiuti dalle rappresentanti dell’Udi in occasione di congressi ed incontri internazionali, dal secondo dopoguerra ai primi anni cinquanta. Basandosi principalmente sui resoconti di viaggio, trasmessi dalle delegate attraverso taccuini, diari ed articoli a stampa, l’Autrice mette in luce le sfaccettate esperienze individuali e collettive che arricchiscono la mobilità femminile. Sullo sfondo della Guerra fredda, vengono analizzati i report e le note di viaggio pubblicate da Noi Donne, cogliendo nel ricorso ad una specifica narrazione le intenzioni propagandistiche di una mobilità dai contorni politici.
978-88-491-3861-0
The essay aims to analyse the experience of transnational travels made by representatives of Udi to international congresses and meetings, from the aftermath of WWII to the first half of the 1950s. Mainly basing on reports of travel, notes, diaries and press articles, the paper highlights the various individual and collective experiences which enrich women’s mobility. Against the backdrop of the Cold War, the contribute examines delegates’ reports of travel published by Noi Donne, identifying on the use of a specific writing the propaganda purpose of a political mobility.
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1568577
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact