The three Baltic republics of Lithuania, Latvia and Estonia represent an interesting reality in fertile transformation within Europe; the thrust towards contemporaneity that animates them has not, however, called into question a strong and sought-after cultural awareness. Paradigm of what we could define a multiple identity, is the city of Vilnius, the capital of Lithuania, where the various and repeated dominations have not been suffered and have instead created the conditions for linguistic experiments and grafts in the settled territorial context. The fear of the scholar Drėma that Vilnius would succumb to the gray monotony of overbuilding did not come true, and the nature of the place has prevailed. It has influenced also the work of contemporary architects who, with a purist language, graft themselves into the Soviet neighborhoods or redefine spaces of the consolidated and ancient city. Particularly interesting, in this respect, is the work of Rolandas Palekas, of which the article offers a reasoned selection

Le tre repubbliche baltiche di Lituania Lettonia e Estonia rappresentano una interessante realtà in fertile trasformazione dentro l’Europa; la spinta verso la contemporaneità che le anima non ha però messo in discussione una forte e ricercata consapevolezza culturale. Paradigma di quella che potremmo definire una identità multipla, è la città di Vilnius, capitale della Lituania, dove le varie e ripetute dominazioni non sono state subite e hanno invece creato i presupposti per sperimentazioni linguistiche ed innesti nel contesto territoriale sedimentato. La paura dello studioso Drėma che Vilnius soccombesse sotto la monotonia grigia della cementificazione non si è avverato, e la natura del luogo ha prevalso e influenzato, a nostro avviso, anche il lavoro di architetti contemporanei che attraverso una ridefinizione di linguaggi minimali e puristi si innestano nei quartieri sovietici o ridefiniscono spazi della città consolidata e antica. Particolarmente interessante è, sotto questo aspetto, il lavoro di Rolandas Palekas, del quale l’articolo offre una selezione ragionata.

Paradigmi segnici nel paesaggio lituano: alcuni progetti recenti di Palekas / Scatena, Donatella. - In: TRASPORTI & CULTURA. - ISSN 2280-3998. - Anno XXI:59(2021), pp. 60-67.

Paradigmi segnici nel paesaggio lituano: alcuni progetti recenti di Palekas

Donatella Scatena
2021

Abstract

Le tre repubbliche baltiche di Lituania Lettonia e Estonia rappresentano una interessante realtà in fertile trasformazione dentro l’Europa; la spinta verso la contemporaneità che le anima non ha però messo in discussione una forte e ricercata consapevolezza culturale. Paradigma di quella che potremmo definire una identità multipla, è la città di Vilnius, capitale della Lituania, dove le varie e ripetute dominazioni non sono state subite e hanno invece creato i presupposti per sperimentazioni linguistiche ed innesti nel contesto territoriale sedimentato. La paura dello studioso Drėma che Vilnius soccombesse sotto la monotonia grigia della cementificazione non si è avverato, e la natura del luogo ha prevalso e influenzato, a nostro avviso, anche il lavoro di architetti contemporanei che attraverso una ridefinizione di linguaggi minimali e puristi si innestano nei quartieri sovietici o ridefiniscono spazi della città consolidata e antica. Particolarmente interessante è, sotto questo aspetto, il lavoro di Rolandas Palekas, del quale l’articolo offre una selezione ragionata.
The three Baltic republics of Lithuania, Latvia and Estonia represent an interesting reality in fertile transformation within Europe; the thrust towards contemporaneity that animates them has not, however, called into question a strong and sought-after cultural awareness. Paradigm of what we could define a multiple identity, is the city of Vilnius, the capital of Lithuania, where the various and repeated dominations have not been suffered and have instead created the conditions for linguistic experiments and grafts in the settled territorial context. The fear of the scholar Drėma that Vilnius would succumb to the gray monotony of overbuilding did not come true, and the nature of the place has prevailed. It has influenced also the work of contemporary architects who, with a purist language, graft themselves into the Soviet neighborhoods or redefine spaces of the consolidated and ancient city. Particularly interesting, in this respect, is the work of Rolandas Palekas, of which the article offers a reasoned selection
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Scatena_Paesaggio-lituano-Palekas_2021.pdf

solo gestori archivio

Note: www.trasportiecultura.net
Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 1.17 MB
Formato Adobe PDF
1.17 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1565565
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact