Fra funzione e celebrazione. Pesaro e la «porta di Fano» di Giuseppe Missirini