Disegnatori malpagati o neoprofessionisti con voglia di fare?