Persistenza del tasso di cambio: il caso dell'Australia rispetto agli USA