The following letter addresses the issues of the applicability of physical restriction, with particular attention to the therapeutic regime and its meaning as a therapeutic or restrictive provision, while considering possible alternative measures in the context of Italian jurisprudence. The letter, in response to the questions posed by Cioffi and Tomassini, examines the possible legal implications for doctors and suggests that the integration of jurisprudence and psychiatry seems to be mandatory to define the operational protocols for the management of physical restraint. Introduzione. La seguente lettera affronta il problema relativo all’applicabilità della contenzione fisica, con particolare riferimento al regime terapeutico, nonché la sua valenza giuridica quale misura terapeutica o restrittiva, considerando eventuali approcci alternativi. La lettera, in risposta alle domande poste da Cioffi e Tomassini, esamina le possibili implicazioni legali cui possono incorrere i medici nell’applica-re la contenzione fisica, suggerendo la necessità di un’integrazione tra le norme giurisprudenziale e la scienza psichiatrica, al fine di definire i protocolli operativi di gestione della contenzione fisica.

Response to letter to the editor regarding physical restraint in psychiatric setting / Dell'Aquila, M.; Romano, S.; Fazio, V.; De Matteis, A.; Quattrocchi, A.; Tomassi, R.; Volonnino, G.; Arcangeli, M.. - In: LA CLINICA TERAPEUTICA. - ISSN 0009-9074. - 170:4(2019), pp. 245-246. [10.7417/CT.2019.2141]

Response to letter to the editor regarding physical restraint in psychiatric setting

Dell'Aquila M.;Romano S.;Fazio V.;De Matteis A.;Quattrocchi A.;Tomassi R.;Volonnino G.;
2019

Abstract

The following letter addresses the issues of the applicability of physical restriction, with particular attention to the therapeutic regime and its meaning as a therapeutic or restrictive provision, while considering possible alternative measures in the context of Italian jurisprudence. The letter, in response to the questions posed by Cioffi and Tomassini, examines the possible legal implications for doctors and suggests that the integration of jurisprudence and psychiatry seems to be mandatory to define the operational protocols for the management of physical restraint. Introduzione. La seguente lettera affronta il problema relativo all’applicabilità della contenzione fisica, con particolare riferimento al regime terapeutico, nonché la sua valenza giuridica quale misura terapeutica o restrittiva, considerando eventuali approcci alternativi. La lettera, in risposta alle domande poste da Cioffi e Tomassini, esamina le possibili implicazioni legali cui possono incorrere i medici nell’applica-re la contenzione fisica, suggerendo la necessità di un’integrazione tra le norme giurisprudenziale e la scienza psichiatrica, al fine di definire i protocolli operativi di gestione della contenzione fisica.
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Dell'Aquila_Response_2019.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 359.23 kB
Formato Adobe PDF
359.23 kB Adobe PDF Visualizza/Apri PDF

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11573/1496626
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? 0
  • Scopus 1
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? 2
social impact