A partire dalla documentazione iconografica dell’architetto Gaetano Rapisardi, e più in particolare dai suoi disegni, il saggio ricostruisce la storia della costruzione incompiuta del Monumento a Costanzo Ciano, di cui nel 1940 fu incaricato Arturo Dazzi che imporrà Gaetano Rapisardi quale progettista supplente e suo delegato in cantiere. Il metodo di lavoro assunto è quello della disciplina del Disegno, innovata dalle tecnologie digitali ed impiegata nell’ambito del restauro virtuale, con un approccio che, attraverso la simulazione digitale, mira a restituirne leggibilità e unità formale. I metodi del Disegno sono infatti stati gli strumenti privilegiati adottati per l’analisi, il confronto e l’integrazione dei diversi tipi di dati, iconografici e di rilievo, e dunque per ripercorrere del Monumento il processo storico, progettuale e costruttivo, per darne una lettura interpretativa e, infine, per formularne ipotesi tridimensionali ricostruttive dell’unità figurale.

Arturo Dazzi e Gaetano Rapisardi per il progetto del Monumento a Costanzo Ciano / Ippoliti, Elena; Pedone, Thea. - In: NUOVI STUDI LIVORNESI. - ISSN 1591-7770. - XXVII:1-2/2020(2020), pp. 237-271.

Arturo Dazzi e Gaetano Rapisardi per il progetto del Monumento a Costanzo Ciano

Ippoliti, Elena;Pedone, Thea
2020

Abstract

A partire dalla documentazione iconografica dell’architetto Gaetano Rapisardi, e più in particolare dai suoi disegni, il saggio ricostruisce la storia della costruzione incompiuta del Monumento a Costanzo Ciano, di cui nel 1940 fu incaricato Arturo Dazzi che imporrà Gaetano Rapisardi quale progettista supplente e suo delegato in cantiere. Il metodo di lavoro assunto è quello della disciplina del Disegno, innovata dalle tecnologie digitali ed impiegata nell’ambito del restauro virtuale, con un approccio che, attraverso la simulazione digitale, mira a restituirne leggibilità e unità formale. I metodi del Disegno sono infatti stati gli strumenti privilegiati adottati per l’analisi, il confronto e l’integrazione dei diversi tipi di dati, iconografici e di rilievo, e dunque per ripercorrere del Monumento il processo storico, progettuale e costruttivo, per darne una lettura interpretativa e, infine, per formularne ipotesi tridimensionali ricostruttive dell’unità figurale.
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Ippoliti-Pedone_Dazzi-Rapisardi-progetto_2020.pdf

solo gestori archivio

Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 1.22 MB
Formato Adobe PDF
1.22 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1464566
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact