Il destino dell’evento nella “nuova storia” francese