Francesco Baratta: un nome, due scultori, due secoli