Tra revisionismo e antinegazionismo. I dilemmi del lavoro storico