Fisiologia del pensiero vivente: performare lo spazio sinaptico «sulla corda della voce»