Ai margini di una biblioteca: sulle tracce di un anonimo lettore bizantino