La Commissione europea e la flessibilità “temporale” nell’applicazione del Patto di Stabilità e Crescita