Attraversare per rammemorare. L’infrastruttura come museo dislocato