Antoine Predock è un viaggiatore, uno di quei giovani americani degli anni Sessanta che i messaggi di libertà e controcultura di Easy Rider hanno segnato profondamente. Classe 1936, e vincitore della AIA (American Institute of Architects) Gold medal nel 2006, Antoine è un centauro che appena può salta sulla una delle sue numerose motociclette (tra cui molte Ducati) e percorre centinaia di chilometri sulle highway americane e vive in un rapporto simbiotico col paesaggio; un motociclista che ama il sapore della terra dei deserti del Sud che passa attraverso la bandana a protezione del volto e lascia in bocca un sapore acre fatto di storia e paesaggi selvaggi. Sfogliando gli schizzi e fotografie delle sue opere si capisce chiaramente che vi è una sola chiave per comprendere la sua irrequietezza, la sua spinta al viaggio e all’esplorazione, e questa possibilità di lettura del suo comporre passa attraverso qualcosa di sotterraneo alla cultura del nord America: il mito della frontiera. [...]

Antoine Predock. Architettura tra cielo e terra / Perna, Valerio. - In: IL PROGETTO. - ISSN 1590-7058. - 44:44(2020), pp. 120-129.

Antoine Predock. Architettura tra cielo e terra

valerio perna
Primo
2020

Abstract

Antoine Predock è un viaggiatore, uno di quei giovani americani degli anni Sessanta che i messaggi di libertà e controcultura di Easy Rider hanno segnato profondamente. Classe 1936, e vincitore della AIA (American Institute of Architects) Gold medal nel 2006, Antoine è un centauro che appena può salta sulla una delle sue numerose motociclette (tra cui molte Ducati) e percorre centinaia di chilometri sulle highway americane e vive in un rapporto simbiotico col paesaggio; un motociclista che ama il sapore della terra dei deserti del Sud che passa attraverso la bandana a protezione del volto e lascia in bocca un sapore acre fatto di storia e paesaggi selvaggi. Sfogliando gli schizzi e fotografie delle sue opere si capisce chiaramente che vi è una sola chiave per comprendere la sua irrequietezza, la sua spinta al viaggio e all’esplorazione, e questa possibilità di lettura del suo comporre passa attraverso qualcosa di sotterraneo alla cultura del nord America: il mito della frontiera. [...]
Antoine Predock; Rider; architettura americana; mito della frontiera
01 Pubblicazione su rivista::01a Articolo in rivista
Antoine Predock. Architettura tra cielo e terra / Perna, Valerio. - In: IL PROGETTO. - ISSN 1590-7058. - 44:44(2020), pp. 120-129.
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Perna_Antoine-Predock_2020.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Creative commons
Dimensione 3.44 MB
Formato Adobe PDF
3.44 MB Adobe PDF Visualizza/Apri PDF

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1396057
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact