Buona morte e suicidio nelle riflessioni di un libertino erudito