Il contributo intende analizzare alcuni dati lessicali tratti dalla documentazione egeo-anatolica di II millennio a.C., alla luce delle nuove acquisizioni della sociolinguistica storica. Lo studio dei fenomeni di interferenza, analizzati in una prospettiva micro-sociolinguistica, può consentire di ottenere risultati utili nella valutazione del multilinguismo delle società antiche. La situazione linguistica dell'area del Mediterraneo occidentale antico è piuttosto composita, dal momento che risultano coinvolte lingue non sempre genealogicamente collegate tra loro (indoeuropee, semitiche, isolate) che interagiscono talora come lingua modello talora come lingua replica, a seconda delle circostanze. I prestiti lessicali rappresentano dunque l'oggetto privilegiato della ricerca, giacché dimostrano una sorta di interazione "faccia a faccia" nel cui ambito lo scrivente si trovava senz'altro a registrare un fenomeno la cui occorrenza era molto probabilmente già diffusa tra i parlanti.

Methodological premises for a sociolinguistic analysis of Greek-Anatolian contact / Pozza, Marianna; Gasbarra, Valentina. - In: RIVISTA DEGLI STUDI ORIENTALI. - ISSN 0392-4866. - N.s. XCII:1-2(2019), pp. 11-26. [10.19272/201903802001]

Methodological premises for a sociolinguistic analysis of Greek-Anatolian contact

pozza marianna
;
gasbarra valentina
2019

Abstract

Il contributo intende analizzare alcuni dati lessicali tratti dalla documentazione egeo-anatolica di II millennio a.C., alla luce delle nuove acquisizioni della sociolinguistica storica. Lo studio dei fenomeni di interferenza, analizzati in una prospettiva micro-sociolinguistica, può consentire di ottenere risultati utili nella valutazione del multilinguismo delle società antiche. La situazione linguistica dell'area del Mediterraneo occidentale antico è piuttosto composita, dal momento che risultano coinvolte lingue non sempre genealogicamente collegate tra loro (indoeuropee, semitiche, isolate) che interagiscono talora come lingua modello talora come lingua replica, a seconda delle circostanze. I prestiti lessicali rappresentano dunque l'oggetto privilegiato della ricerca, giacché dimostrano una sorta di interazione "faccia a faccia" nel cui ambito lo scrivente si trovava senz'altro a registrare un fenomeno la cui occorrenza era molto probabilmente già diffusa tra i parlanti.
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Pozza_Methodological-premises-sociolinguistic_2019.pdf

solo gestori archivio

Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 751.28 kB
Formato Adobe PDF
751.28 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1350440
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact