Maurizio Vivarelli, La lettura. Storie, teorie, luoghi - recensione