Teologia e filosofia della religione di fronte alla rivelazione: un destino parallelo?