Quanto cattolicesimo può permettersi la democrazia?