Emotional inertia refers to the rate of change in emotional experiences and it is generally operationalized as the autocorrelation of an emotion. The present study aims at investigating the associations of emotional inertia in negative emotions with emotional exhaustion at work. The sample is composed of 94 Italian workers who work directly with the public. In accordance with the principles of COR Theory (Hobfoll, 1989), we hypothesize that individuals high in emotional exhaustion may lack the resources to adapt their emotions to external events. Results from multilevel analyses confirmed the hypothesis of the study. All in all, our results attest the significant links between emotional inertia and a core dimension of burnout, namely emotional exhaustion.

L’inerzia emotiva si riferisce alla tendenza al cam- biamento delle esperienze emotive ed è general- mente operazionalizzata come l’autocorrelazione di un’emozione. Il presente studio si pone l’obiet- tivo di indagare l’associazione tra inerzia emotiva delle emozioni negative ed esaurimento al lavoro. Il campione è composto da 94 persone che lavora- no a contatto diretto con il pubblico. In linea con i principi della Teoria della conservazione delle risorse (Hobfoll, 1989), ipotizziamo che gli indivi- dui con livelli più elevati di esaurimento possano non avere le risorse necessarie per adattare le loro emozioni alle circostanze ambientali. I risultati emersi dalle analisi multilivello hanno confermato l’ipotesi di questo studio. Nel complesso, i risultati attestano una relazione significativa tra inerzia emotiva ed una delle dimensioni della sindrome del burnout, l’esaurimento.

Una conseguenza dell’esaurimento al lavoro: l’inerzia delle emozioni / De Longis, Evelina; Alessandri, Guido. - In: PSICOLOGIA SOCIALE. - ISSN 1827-2517. - 13:3(2018), pp. 193-206. [10.1482/91429]

Una conseguenza dell’esaurimento al lavoro: l’inerzia delle emozioni

De Longis, Evelina;Alessandri, Guido
2018

Abstract

L’inerzia emotiva si riferisce alla tendenza al cam- biamento delle esperienze emotive ed è general- mente operazionalizzata come l’autocorrelazione di un’emozione. Il presente studio si pone l’obiet- tivo di indagare l’associazione tra inerzia emotiva delle emozioni negative ed esaurimento al lavoro. Il campione è composto da 94 persone che lavora- no a contatto diretto con il pubblico. In linea con i principi della Teoria della conservazione delle risorse (Hobfoll, 1989), ipotizziamo che gli indivi- dui con livelli più elevati di esaurimento possano non avere le risorse necessarie per adattare le loro emozioni alle circostanze ambientali. I risultati emersi dalle analisi multilivello hanno confermato l’ipotesi di questo studio. Nel complesso, i risultati attestano una relazione significativa tra inerzia emotiva ed una delle dimensioni della sindrome del burnout, l’esaurimento.
Emotional inertia refers to the rate of change in emotional experiences and it is generally operationalized as the autocorrelation of an emotion. The present study aims at investigating the associations of emotional inertia in negative emotions with emotional exhaustion at work. The sample is composed of 94 Italian workers who work directly with the public. In accordance with the principles of COR Theory (Hobfoll, 1989), we hypothesize that individuals high in emotional exhaustion may lack the resources to adapt their emotions to external events. Results from multilevel analyses confirmed the hypothesis of the study. All in all, our results attest the significant links between emotional inertia and a core dimension of burnout, namely emotional exhaustion.
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
de-longis_conseguenza_2018.pdf

solo gestori archivio

Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 190.75 kB
Formato Adobe PDF
190.75 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11573/1228661
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 2
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? 1
social impact