Il conflitto tra espansione dei tessuti e rispetto delle emergenze archeologiche determina condizioni di “accerchiamento” dei resti spesso scoperti per casualità, funzionali all’edificazione. Le tracce affioranti hanno spesso caratteri diversificati e valori storico-culturali non approfonditi ovvero appaiono frammenti non riconoscibili morfologicamente. Il rapporto nuovo/esistente è, quindi, definito nella maggior parte dei luoghi come separazione, recinti, limiti invalicabili che interrompono la continuità dei tessuti come eventi non risolti. Appaiono isole in abbandono, degradate, annullate dalla non riconoscibilità dei resti. Ricostruire la continuità dei micropaesaggi storici significa intraprendere un’azione di lettura e comprensione, conservazione dei materiali e valorizzazione dei sistemi archeologici presenti, per riattivare un processo di fruizione consapevole degli spazi aperti che garantisca la trasmissione al futuro dei segni della storia, comprensibili, in grado di svolgere un ruolo attivo nella città contemporanea.

Micropaesaggi archeologici_recinti e reti / Baiani, Serena. - In: URBANISTICA INFORMAZIONI. - ISSN 0392-5005. - 278 s.i.(2018), pp. 8-11. ((Intervento presentato al convegno XI Giornata di Studio INU_INTERRUZIONI, INTERSEZIONI, CONDIVISIONI, SOVRAPPOSIZIONI. Nuove prospettive per il territorio/ INTERRUPTIONS, INTERSECTIONS, SHARINGS AND OVERLAPPINGS. New perspectives for the territory tenutosi a Napoli.

Micropaesaggi archeologici_recinti e reti

serena baiani
Primo
2018

Abstract

Il conflitto tra espansione dei tessuti e rispetto delle emergenze archeologiche determina condizioni di “accerchiamento” dei resti spesso scoperti per casualità, funzionali all’edificazione. Le tracce affioranti hanno spesso caratteri diversificati e valori storico-culturali non approfonditi ovvero appaiono frammenti non riconoscibili morfologicamente. Il rapporto nuovo/esistente è, quindi, definito nella maggior parte dei luoghi come separazione, recinti, limiti invalicabili che interrompono la continuità dei tessuti come eventi non risolti. Appaiono isole in abbandono, degradate, annullate dalla non riconoscibilità dei resti. Ricostruire la continuità dei micropaesaggi storici significa intraprendere un’azione di lettura e comprensione, conservazione dei materiali e valorizzazione dei sistemi archeologici presenti, per riattivare un processo di fruizione consapevole degli spazi aperti che garantisca la trasmissione al futuro dei segni della storia, comprensibili, in grado di svolgere un ruolo attivo nella città contemporanea.
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Baiani_Micropaesaggi archeologici_2018.pdf

solo gestori archivio

Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 155.34 kB
Formato Adobe PDF
155.34 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1189503
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact