Introduzione: Le linee guida indicano come la ESWL e la PCN rappresentino i cardini della terapia della calcolosi renale. Lo sviluppo degli strumenti endourologici e la disponibilità dell’Holmium laser e di ultrasuoni di nuova generazione permettono un approccio retrogrado alla calcolosi renale. Materiali e metodi: Abbiamo valutato retrospettivamente le 125 litotrissie intrarenali per via retrograda eseguite dal settembre 1999 al dicembre 2004. Abbiamo valutato l’efficacia ed i limiti dell’approccio retrogrado in quelle calcolosi “border line” ovvero quelle litiasi che per dimensioni e composizione chimica possono essere risolti mediante PCN e/o ESWL ripetute, approcci che sono caratterizzati da una morbilità talvolta eccessiva e risultano di scarsa compliance da parte del paziente. 24 pazienti presentavano una calcolosi ampollo-caliceale inferiore (CAMP + CAI gruppo I = 19,2%), 66 una calcolosi ampollare (CAMP gruppo II = 43,9%), 6 una calcolosi caliceale inferiore (CAI gruppo III = 4,8%), 2 calcolosi caliceale superiore (CAS gruppo IV = 1,6%) e 27 una calcolosi ampollo-caliceale multipla (CAMP + CAL MUL gruppo 5 = 20,8%). Il diametro maggiore dei calcoli variava nei gruppi I e II tra i 25 ed i 45 mm, nel gruppo III e IV tra i 15 e i 35 mm e nel gruppo V, tra i 35 e 75 mm. L’Holmium YAG Laser Dornier MediLas con fibre da 200 e 600 micron, gli ultrasuoni ACMI USL-2000 ed i litotritori Dornier HM3 e DLS sono stati utilizzati quali sorgenti di energia per la litotrissia. Risultati: Il gruppo della calcolosi ampollare è stato trattato con la sola procedura endoscopica in 53/66 (80,3%) dei casi; in 13/66 (19,6%) dei casi in associazione ad ESWL e lo stone free rate totale è risultato pari a 96,9% (65/66 pts). Il gruppo ampollo caliceale inferiore ed ampollo caliceale multipla non sono mai stati risolti con la sola procedura endoscopica ma sono stati associati ad 1 ESWL nel gruppo CAMP-CAI in 16/24 (66,6%) dei casi ed in 15/27 (55,5%) nel gruppo CAMP + CAL MUL. Due o più sedute di ESWL sono state necessarie in 8/24 (33,3%) dei casi AMP + CAI ed in 12/27 (44,4%) dei casi CAMP +CAL MUL. Gli stone free rate sono risultati pari, rispettivamente nei due gruppi, pari a 79,1% e 70,3%. Nei gruppi CAS e CAI la sola procedura endoscopica è risultata risolutiva nel 100% dei casi. Conclusioni: La litotrissia intrarenale per via retrograda si è dimostrata pratica, sicura ed efficace soprattutto in quel gruppo di calcolosi ampollari di dimensioni comprese tra 25 ed i 45 mm, gruppo che le linee guida nazionali ed internazionali indicano da trattare con la PCN e ESWL. L’elevato valore di stone free rate della sola RIPS o in associazione ad ESWL, i ridotti tempi di intervento, la scarsissima morbilità devono ormai porre tale metodica in competizione alla PCN nella terapia di questo gruppo di calcolosi.

Litotrissia per via retrograda (RIRS): limiti e possibilità

RICCIUTI, Gian Piero;
2004

Abstract

Introduzione: Le linee guida indicano come la ESWL e la PCN rappresentino i cardini della terapia della calcolosi renale. Lo sviluppo degli strumenti endourologici e la disponibilità dell’Holmium laser e di ultrasuoni di nuova generazione permettono un approccio retrogrado alla calcolosi renale. Materiali e metodi: Abbiamo valutato retrospettivamente le 125 litotrissie intrarenali per via retrograda eseguite dal settembre 1999 al dicembre 2004. Abbiamo valutato l’efficacia ed i limiti dell’approccio retrogrado in quelle calcolosi “border line” ovvero quelle litiasi che per dimensioni e composizione chimica possono essere risolti mediante PCN e/o ESWL ripetute, approcci che sono caratterizzati da una morbilità talvolta eccessiva e risultano di scarsa compliance da parte del paziente. 24 pazienti presentavano una calcolosi ampollo-caliceale inferiore (CAMP + CAI gruppo I = 19,2%), 66 una calcolosi ampollare (CAMP gruppo II = 43,9%), 6 una calcolosi caliceale inferiore (CAI gruppo III = 4,8%), 2 calcolosi caliceale superiore (CAS gruppo IV = 1,6%) e 27 una calcolosi ampollo-caliceale multipla (CAMP + CAL MUL gruppo 5 = 20,8%). Il diametro maggiore dei calcoli variava nei gruppi I e II tra i 25 ed i 45 mm, nel gruppo III e IV tra i 15 e i 35 mm e nel gruppo V, tra i 35 e 75 mm. L’Holmium YAG Laser Dornier MediLas con fibre da 200 e 600 micron, gli ultrasuoni ACMI USL-2000 ed i litotritori Dornier HM3 e DLS sono stati utilizzati quali sorgenti di energia per la litotrissia. Risultati: Il gruppo della calcolosi ampollare è stato trattato con la sola procedura endoscopica in 53/66 (80,3%) dei casi; in 13/66 (19,6%) dei casi in associazione ad ESWL e lo stone free rate totale è risultato pari a 96,9% (65/66 pts). Il gruppo ampollo caliceale inferiore ed ampollo caliceale multipla non sono mai stati risolti con la sola procedura endoscopica ma sono stati associati ad 1 ESWL nel gruppo CAMP-CAI in 16/24 (66,6%) dei casi ed in 15/27 (55,5%) nel gruppo CAMP + CAL MUL. Due o più sedute di ESWL sono state necessarie in 8/24 (33,3%) dei casi AMP + CAI ed in 12/27 (44,4%) dei casi CAMP +CAL MUL. Gli stone free rate sono risultati pari, rispettivamente nei due gruppi, pari a 79,1% e 70,3%. Nei gruppi CAS e CAI la sola procedura endoscopica è risultata risolutiva nel 100% dei casi. Conclusioni: La litotrissia intrarenale per via retrograda si è dimostrata pratica, sicura ed efficace soprattutto in quel gruppo di calcolosi ampollari di dimensioni comprese tra 25 ed i 45 mm, gruppo che le linee guida nazionali ed internazionali indicano da trattare con la PCN e ESWL. L’elevato valore di stone free rate della sola RIPS o in associazione ad ESWL, i ridotti tempi di intervento, la scarsissima morbilità devono ormai porre tale metodica in competizione alla PCN nella terapia di questo gruppo di calcolosi.
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11573/117529
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact