The paper examines the Italian results in OECD-PISA 2015. Firstly, the distribution of students in different levels of in Literacy (Reading, Mathematics and Science) are considered. Italy is still far from achieving the goals of the Europe 2020 strategy. Trend analysis shows a step back for Reading and Science and a slow improvement for Mathematics. Strong differences remain in the school system for the different types of school. The performances of Italian students in the different response formats provided by PISA are also considered. There is a strong negative impact of omissions in open-ended questions. Further perspectives on PISA data and intervention on the education system are discussed.

Il saggio esamina i risultati italiani in OCSE-PISA 2015. Vengono considerati i risultati relativi alla distribuzione degli studenti nei diversi livelli di Literacy in Lettura Matematica e Scienze. L’Italia risulta ancora lontana dalla realizzazione degli obiettivi previsti dalla strategia europea 2020. L’analisi delle tendenze mostra un passo indietro per Lettura e Scienze e un lento miglioramento per la Matematica. Permangono forti differenze interne al sistema fra i diversi indirizzi scolastici. Vengono analizzate anche le performance degli studenti italiani nei diversi formati di risposta di PISA. Si conferma un forte impatto negativo delle omissioni nelle domande aperte. Vengono discusse ulteriori prospettive di studio sui dati PISA e di intervento sul sistema di istruzione.

PISA 2015: la lenta evoluzione dei quindicenni italiani / Asquini, Giorgio. - STAMPA. - 10(2017), pp. 385-404. - VALUTARE.

PISA 2015: la lenta evoluzione dei quindicenni italiani

Giorgio Asquini
2017

Abstract

Il saggio esamina i risultati italiani in OCSE-PISA 2015. Vengono considerati i risultati relativi alla distribuzione degli studenti nei diversi livelli di Literacy in Lettura Matematica e Scienze. L’Italia risulta ancora lontana dalla realizzazione degli obiettivi previsti dalla strategia europea 2020. L’analisi delle tendenze mostra un passo indietro per Lettura e Scienze e un lento miglioramento per la Matematica. Permangono forti differenze interne al sistema fra i diversi indirizzi scolastici. Vengono analizzate anche le performance degli studenti italiani nei diversi formati di risposta di PISA. Si conferma un forte impatto negativo delle omissioni nelle domande aperte. Vengono discusse ulteriori prospettive di studio sui dati PISA e di intervento sul sistema di istruzione.
9788867605248
The paper examines the Italian results in OECD-PISA 2015. Firstly, the distribution of students in different levels of in Literacy (Reading, Mathematics and Science) are considered. Italy is still far from achieving the goals of the Europe 2020 strategy. Trend analysis shows a step back for Reading and Science and a slow improvement for Mathematics. Strong differences remain in the school system for the different types of school. The performances of Italian students in the different response formats provided by PISA are also considered. There is a strong negative impact of omissions in open-ended questions. Further perspectives on PISA data and intervention on the education system are discussed.
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
asquini_pisa_2017.pdf

solo gestori archivio

Note: https://www.pensamultimedia.it/pensa/prodotto/la-funzione-educativa-della-valutazione-teoria-pratiche-della-valutazione-educativa/
Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 7.04 MB
Formato Adobe PDF
7.04 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1079262
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact