La mitocritica come lettura del contemporaneo