Mentre l'Italia è stata a lungo un paese di emigrazione, la Costituzione del 1948 non solo ha riconosciuto la libertà dei cittadini italiani di lasciare il territorio della Repubblica e di ritornare ad esso senza specifiche formalità (art. 16, al. 2). Inoltre garantisce la specifica libertà di emigrazione. Questa attenzione ai cittadini italiani obbligati a emigrare per motivi di lavoro, tuttavia, non ha impedito di tener conto delle condizioni legali degli stranieri presenti nel territorio nazionale. E oggi questa considerazione è diventata particolarmente importante perché, quando le condizioni sociali ed economiche sono cambiate, l'Italia è diventata un paese di immigrazione

Migrations internationales et justice constitutionnelle / Luciani, Massimo. - STAMPA. - XXXII (2016)(2017), pp. 393-402. ((Intervento presentato al convegno Migrations internationales et justice constitutionnelle. XXXIIe Table Ronde internationale des 9 et 10 septembre 2016 tenutosi a Aix-en-Provence nel 9-10 septembre 2016.

Migrations internationales et justice constitutionnelle

massimo luciani
2017

Abstract

Mentre l'Italia è stata a lungo un paese di emigrazione, la Costituzione del 1948 non solo ha riconosciuto la libertà dei cittadini italiani di lasciare il territorio della Repubblica e di ritornare ad esso senza specifiche formalità (art. 16, al. 2). Inoltre garantisce la specifica libertà di emigrazione. Questa attenzione ai cittadini italiani obbligati a emigrare per motivi di lavoro, tuttavia, non ha impedito di tener conto delle condizioni legali degli stranieri presenti nel territorio nazionale. E oggi questa considerazione è diventata particolarmente importante perché, quando le condizioni sociali ed economiche sono cambiate, l'Italia è diventata un paese di immigrazione
9782717869736
Alors que l’Italie a longtemps été un pays d’émigration, la Constitution de 1948 n’a pas seulement reconnu la liberté des citoyens italiens de sortir du territoire de la République et d’y rentrer sans formalité spécifique (art. 16, al. 2). Elle accorde également la liberté spécifique d’émigration. Cette attention pour les citoyens italiens obligés à émigrer pour des raisons de travail, néanmoins, n’a pas empêché de tenir compte de la condition juridique des étrangers présents dans le territoire national. Et aujourd’hui, cette prise en compte est devenue particulièrement importante, car, les conditions sociales et économiques ayant changé, l’Italie est devenue un pays d’immigration
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Luciani_Migrations_2017.pdf

solo gestori archivio

Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 248.61 kB
Formato Adobe PDF
248.61 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1026000
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact