Il medico impostore: Sganarello-Molière e Arlecchino-Biancolelli