Al Museo di Antropologia del Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche di Napoli è stata condotta una interessante ricerca storico-scientifica sulla Collezione Cerio costituita da 2889 manufatti litici, per lo più in ossidiana, ascrivibili al Neolitico e rinvenuti a Capri in località Le Parate. Grazie a questa ricerca e alla realizzazione di un’ostensione dei più significativi reperti, si potrà mostrare al pubblico del Museo il ruolo che l’isola di Capri ebbe nelle antiche rotte marittime legate alla circolazione dell’ossidiana e in che modo veniva lavorata questa roccia vulcanica.

Dall’analisi dei manufatti litici alla divulgazione della preistoria: il valore educativo di una collezione museale

Daniele Moscone
Formal Analysis
;
2017

Abstract

Al Museo di Antropologia del Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche di Napoli è stata condotta una interessante ricerca storico-scientifica sulla Collezione Cerio costituita da 2889 manufatti litici, per lo più in ossidiana, ascrivibili al Neolitico e rinvenuti a Capri in località Le Parate. Grazie a questa ricerca e alla realizzazione di un’ostensione dei più significativi reperti, si potrà mostrare al pubblico del Museo il ruolo che l’isola di Capri ebbe nelle antiche rotte marittime legate alla circolazione dell’ossidiana e in che modo veniva lavorata questa roccia vulcanica.
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Borrelli_Manufatti-litici_2017.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Post-print (versione successiva alla peer review e accettata per la pubblicazione)
Licenza: Creative commons
Dimensione 938.77 kB
Formato Adobe PDF
938.77 kB Adobe PDF Visualizza/Apri PDF

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1017173
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact