Ai margini di due etnografie