Lettori fomentati. Quanto abbiamo da imparare dai cugini iberici